"Talvolta penso che il paradiso sia leggere continuamente,
senza fine"

Virginia Woolf

martedì 12 luglio 2016

Strano virus il pensiero di Lidia Sella in Piazzetta Chiesa Greca a Lecce il prossimo giovedì 14 luglio 2016

LIDIA SELLA

STRANO VIRUS IL PENSIERO
Riflessioni di Antonio Prete e un intervento di Giulio Giorello


Edizioni La vita felice
Pagine: 76
Prezzo: 12 euro

Lidia Sella usa le parole come navicelle spaziali per raggiungere i nostri universi interiori.
Aforismi, pensieri lancinanti o evocazioni liriche? Il suo è un linguaggio insofferente alle definizioni,
che si colloca in una regione di confine, dove la conoscenza diventa spunto di meditazione e i
ricordi, le percezioni accendono riverberi poetici. Come distinguere la portata di fiumi diversi, alla
confluenza? Questa scrittura rispecchia un sentire magmatico, cangiante, influenzato dal
misterioso flusso di segnali che una mente sempre in ascolto dell’universo capta di continuo.
L’autrice si muove sul fosco crinale delle origini, dove genetica e cosmologia si incontrano.
Inventa ricette in cui mescola sale della filosofia e pepe della scienza, perché basta un pizzico di
sapere per aggiungere sapore alla vita.
Immagina emozioni e scenari distanti miliardi di anni.
Intreccia caso e destino.
Gioca con la materia, l’energia, l’esserenulla.
Nel territorio innevato della spiritualità, indaga l’anima, i suoi crepacci.
Racconta un amore segreto - senza regole - forse immaginario.
Stempera in una nuvola di ironia il tragico della vita.
Ama provocare il lettore, lo punzecchia, ma poi insegna ad astrarsi, a guardare tutto da
un’immensa lontananza. O a entrare così in profondità nel nucleo del dolore fino a vederlo
evaporare, e dileguarsi.
Percorre le strade poco battute del non politicamente corretto. Oppure ci conduce lungo sentieri
quasi onirici, che si snodano nella giungla della coscienza: terrazze panoramiche sull’ignoto.
Una vita intera racchiusa in questo libro, quattro anni per scriverlo, un’ora per leggerlo e, fra le sue
pagine, germogli di suggestioni future.


Nessun commento:

Posta un commento