"Talvolta penso che il paradiso sia leggere continuamente,
senza fine"

Virginia Woolf

domenica 2 novembre 2014

Chimere, di Gérard De Nerval



 La copertina del libro edito da Einaudi, 2014





«Per molto tempo dopo la sua scomparsa, Gérard de Nerval venne considerato poco più d'un infelice e delicato personaggio letterario della Parigi di allora. Una Parigi postrivoluzionaria e postnapoleonica; dove alcuni fra gli spiriti più alti della letteratura e del pensiero francese del secolo erano in curioso ma non inspiegabile miscuglio con occultisti, alchimisti, astrologi, cultori di scienze misteriose e spesso misticheggianti - in un'ondata di generale sincretismo religioso: quasi a volersi rifare della tempesta rivoluzionaria, che aveva spazzato via tutti gli altari, tranne quello della Ragione. E non sarà inutile considerare anche questi elementi, per poter collocare nella sua giusta luce il mistico autore delle Chimere. In questa edizione vengono proposti i dodici sonetti delle Chimere e i nove delle Altre Chimere, con i Piccoli castelli di Boemia, le Odicine, Le canzoni del Valois». 




www.eianudi.it

Nessun commento:

Posta un commento