"Talvolta penso che il paradiso sia leggere continuamente,
senza fine"

Virginia Woolf

martedì 30 settembre 2014

L'arte perduta della gratitudine, di Alexander McCall Smith



 La copertina del libro edito da TEA, 2014




La vita scorre piena di soddisfazioni per Isabel Dalhousie, filosofa e direttrice della «Rivista di Etica Applicata»: suo figlio Charlie ha ormai diciotto mesi, gode di ottima salute e ogni giorno è motivo d'orgoglio per lei e Jamie, padre amorevole e compagno innamorato, che tra l'altro le ha chiesto di sposarla; la nipote Cat ha un nuovo fidanzato e il timido commesso della sua gastronomia sembra finalmente aver trovato un po' di serenità...
Insomma, a parte le solite discussioni con la fidata governante Grace e qualche grana sul lavoro, per Isabel è un periodo particolarmente felice e nulla sembra poter turbare il suo equilibrio. Ma naturalmente non è da Isabel ignorare una richiesta d'aiuto, anche se proviene da quella Minty Auchterlonie con cui già in passato aveva avuto dei dissapori. E così si lascia coinvolgere in una faccenda molto privata e non del tutto chiara, che la trascina in un vortice di accuse, ricatti e bugie. E, per una volta, nonostante la sua infallibile bussola morale, Isabel sente che potrebbe sbandare e cedere al richiamo della vendetta... 



www.tealibri.it

Nessun commento:

Posta un commento