"Talvolta penso che il paradiso sia leggere continuamente,
senza fine"

Virginia Woolf

sabato 30 agosto 2014

Una torrida giornata d'agosto, di Charles Bukowski



 La copertina del libro edito da Guanda, 2014




Un omaggio poetico in questa calura estiva:

Vitale e disperata, ironica, amara, disincantata, spietata nella sua assoluta sincerità, ma anche capace di momenti di dolcezza infinita, la poesia di Charles Bukowski contiene un mondo intero, il suo, ma anche quello di un'America di emarginati, che rifiutano il sogno americano ma che non fanno meno parte di questo immenso, contradditorio Paese. Ritroviamo così la fauna squilibrata e sofferente che abbiamo imparato ad amare in tante sue poesie. Artisti falliti, scommettitori irrecuperabili e sempre perdenti, donne di dubbia moralità ma capaci di gesti generosi e inusitati e poi l'alcol, salvezza e dannazione, malattia e medicina di vite perdute che non per questo, però, rinunciano a urlare forte e chiaro al mondo la loro voglia di esserci. Perché anche questa è America. 



www.lafeltrinelli.it

Nessun commento:

Posta un commento