"Talvolta penso che il paradiso sia leggere continuamente,
senza fine"

Virginia Woolf

mercoledì 13 agosto 2014

Ti volevo dire, di Daniele Bresciani

 La copertina del libro edito da BUR Rizzoli, 2014




Mutismo selettivo, lo chiamano i medici: è quello che colpisce Viola quando suo padre Giacomo muore. La madre decide di mandarla in un collegio svizzero perché venga aiutata a superare il trauma. Prima di partire, però, Viola riceve da un vecchio amico di famiglia un pacco di lettere appartenute a Giacomo. Per la ragazza inizia un viaggio dentro una storia che non ha mai conosciuto, dove incontra una donna di cui non aveva mai sentito parlare prima, Claire: per lei un giovanissimo Giacomo si era trasferito a Londra, con il sogno di iniziare una nuova vita. Lentamente, Viola scivola in un mondo che le era estraneo, per intraprendere un percorso doloroso, ma necessario, dentro se stessa. Un romanzo intimo e profondo che ha segnato il sorprendente debutto di una nuova voce della narrativa italiana. 


www.bur.eu

Nessun commento:

Posta un commento